Questionario di valutazione delle possibili intolleranze alimentari

dieta_a_rotazione_identificare_le_intolleranze_alimentari

Procuratevi un foglio e una matita e provate a rispondere alle domande di questo questionario.

Non è certo uno strumento di autodiagnosi ma mette in relazione tra loro gli indicatori più frequenti in caso di intolleranze alimentari e può fornire una prima indicazione.

La diagnosi effettiva va naturalmente affidata ad un terapeuta esperto e all’esecuzione di un test per individuare con sicurezza le sostanze non tollerate.

  • presenza di allergie e intolleranze in famiglia
  • madre o padre
10
  • nonni
5
  • altri
2
  • nessuno
0

 

  • allattamento al seno
  • si, breve
0
  • si, almeno sei mesi
-10
  • no
3
  • si da madre allergica
8
  • crosta lattea
  • si
8
  • no
0
  • non so
3
  • gastroenteriti infantili
  • si
7
  • no
0
  • non so
1

 

  • tonsilliti e bronchiti ricorrenti (2 o più volte all’anno)
  • nei primi 5 anni di vita
15
  • nella seconda infanzia
8
  • persistenti in età adulta
10

 

  • terapie antibiotiche intense o prolungate
  • si, più di 4 volte l’anno
15
  • si, da 1 a 4 volte l’anno
8
  • si, nell’infanzia
12
  • no
0

 

  • terapie cortisoniche prolungate
  • si
10
  • no
0

 

  • problemi intestinali
  • stitichezza
7
  • diarrea frequente
12
  • meteorismo
7
  • flatulenza
7
  • parassiti intestinali, vermi
1

 

  • mal di testa, cefalea o emicrania
  • mai
0
  • raramente (max 3 volte l’anno)
2
  • frequentemente (3-10 volte l’anno)
7
  • mensile
10
  • settimanale
20
  • quotidiana
25

 

  • infezioni o infiammazioni croniche o ricorrenti
  • vaginiti da candida
20
  • cistiti
20
  • dermatiti
20
  • catarro
20
  • micosi
15
  • acne dopo l’adolescenza
20

 

  • interventi chirurgici
  • prima dei 5 anni
20
  • nella seconda infanzia
20
  • almeno uno in età adulta
10
  • un intervento negli ultimi 2 anni
30

 

  • livello di stress
  • importanti cambiamenti vitali recenti
25
  • grave stress emotivo
20
  • situazione di stress cronico
10
  • stress affrontato con floriterapia, psicoterapia o meditazione
2

 

  • altri indicatori
  • disturbi digestivi o pancreatici
10
  • malattie infiammatorie intestinali
20
  • uso prolungato di antinfiammatori
10
  • idrocolonterapia non seguita da dieta
10
  • stanchezza cronica
20
  • psoriasi
25
  • forfora insistente
15
  • prurito insistente
30
  • allergie in generale
60
  • febbricola persistente
30
  • ruvidità della pelle
20

 

  • abitudini alimentari
  • dieta sana, varia e ricca di frutta e verdure
-20
  • dieta ripetitiva
10
  • dieta ricca di prodotti confezionati
20
  • diete dimagranti ripetute senza successo
30

 

  • stile di vita
  • sedentario
6
  • almeno una attività fisica regolare
-20
  • alternanza soddisfacente lavoro/riposo
-10
  • pratiche di meditazione
-10
 
a seconda del punteggio raggiunto  la probabilità di avere effettivamente una intolleranza alimentare sarà:

 

  • bassa: tra 21 e 40 punti
  • media: tra 41 e 60 punti
  • alta tra 61 e 90 punti
  • molto alta: più di 90 punti

 

Il risultato del questionario deve comunque essere considerato puramente indicativo. La diagnosi effettiva va naturalmente affidata ad un terapeuta esperto e all’esecuzione di un test per individuare con sicurezza le sostanze non tollerate.

prenota il test per l’identificazione delle intolleranze alimentari

 

il questionario è stato liberamente tratto da “Intolleranze alimentari” di A. e F. Speciali

Lascia un commento