Parliamo di Reiki.

Cosa è Reiki

9748174

Possiamo dire che Reiki è la capacità di canalizzare l’energia di guarigione attraverso le mani.

L’atto di imporre le mani sul corpo dell’uomo o degli animali per arrecare conforto ed alleviare il dolore è antico come l’istinto: quando si sente dolore, la prima cosa che in genere si fa è portare le mani sull’area sofferente. Il tocco conferisce calore, serenità e guarigione.

Reiki aggiunge qualcosa al tocco delle nostre mani e rende più incisiva la loro capacità di guarire.

 

La storia di Reiki

Le origini di Reiki risalgono alle prime testimonianze scritte dell’umanità e le sue radici affondano probabilmente in epoche ancora più lontane, ma non è facile ricostruirle: per millenni è stato occultato ai più per la sua sacralità e pertanto gestito da pochi e a pochi tramandato e la sua storia, così come è arrivata a noi è più simile ad una parabola che ad un evento storicamente accertato, ma è carica di insegnamenti simbolici.

La  biografia di Mikai Usui il monaco buddista che ha riscoperto e diffuso nel secolo scorso la pratica del Reiki costituisce come in una parabola Zen, una indicazione precisa su un cammino da percorrere: Mikai Usui arriva alla scoperta di Reiki attraverso un percorso di conoscenza e di ricerca spirituale, simbolo del percorso cui tutti noi siamo destinati se vogliamo crescere e guarire.

Reiki è dunque più che una  tecnica, un’arte di guarigione.

Sappiamo ormai che la malattia e i suoi sintomi sono spesso solo dei segnali che ci avvertono che qualcosa non va nella nostra vita e nel nostro stato energetico.

Sino a quando il nostro stato energetico è in equilibrio, noi siamo in buona salute ma quando qualcosa, sul piano emotivo o fisico rallenta o blocca lo scorrere dell’energia, ecco comparire  i sintomi del malessere che possono manifestarsi attraverso disturbi psico emotivi, o esprimersi attraverso qualche organo, attraverso la malattia.

Con Reiki noi possiamo mettere in atto un processo di guarigione energetica globale , che opera sì sul piano fisico, ma anche sul piano emotivo, psichico, mentale e spirituale e va a lavorare sulle cause dei nostri malanni.

 

Come avvicinarsi a Reiki

Possiamo ricevere Reiki attraverso trattamenti individuali, per ottenere una ricarica energetica, riarmonizzare gli eventuali squilibri e i disturbi che ne derivano.

Sono trattamenti rilassanti e piacevoli, utili per risolvere problemi emotivi e fisici..

Durante i trattamenti le mani trasmettono energia che può essere indirizzata agli organi, a qualsiasi  punto del corpo, ai chakra .

I trattamenti di Reiki spesso alleviano il dolore , accelerano i processi di rimarginazione dei tessuti e di consolidamento delle fratture, rilassano i muscoli, sciolgono le tensioni e aumentano la sensazione di benessere sia a livello fisico sia a livello psichico.

Aumentano l’energia e danno la sensazione di una nuova vitalità e attivano un processo di espulsione delle tossine e di rimozione dei blocchi energetici.

Se vogliamo anche diventare parte attiva del nostro processo di guarigione possiamo partecipare ad un seminario, nel corso  del quale apprenderemo, attraverso l’insegnamento di un Reiki Master, l’uso di questa antica arte di guarigione, la storia, i fondamenti e i principi di Reiki e riceveremo l’armonizzazione.

L’armonizzazione di Reiki è un antico rituale simbolico: si avvale di simboli attraverso il quali vengono aperti i canali energetici in cui scorre l’energia nel nostro corpo e i chakra, e viene ristabilito il contatto con l’energia dell’universo.

Dopo l’armonizzazione ognuno è  pronto per  utilizzare Reiki per se stesso e per gli altri attraverso le mani, ma soprattutto nei brevi attimi di questa cerimonia riceve l’energia Reiki, un dono che cambierà positivamente la sua vita per sempre.

Può essere utile, prima di  partecipare al seminario di I livello mettersi in contatto col Reiki Master per ricevere qualche trattamento.

 

Il trattamento Reiki

 imagesQ8VT1T6I

Reiki è un trattamento naturale, basato su una delicata imposizione delle mani.

Straordinario strumento di cura alternativa non intende in alcun modo sostituire la funzione diagnostica e terapeutica della medicina, ma è in grado di affiancare efficacemente, rinforzandola, qualsiasi cura o terapia tradizionale, perché regolarizza e potenzia la circolazione dell’energia a tutti i livelli: corpo, emozioni, mente e spirito.

 

Sul piano fisico

  • attenua il dolore sia acuto che cronico, stimola la rigenerazione dei tessuti e riattiva le funzioni di tutti gli organi
  • favorisce il processo di disintossicazione generale e la graduale e progressiva eliminazione delle tossine
  • potenzia il sistema immunitario
  • aiuta a riequilibrare il sistema nervoso generando un piacevole stato di rilassamento e distensione muscolareSul piano emotivo
  • attenua le conseguenze dei disagi: fretta, ansia, stress, responsabilità, impegni gravosi, ritmi frenetici.
  • aiuta a riconoscere e a rielaborare vecchie ferite, traumi, sensi di colpa e di inadeguatezza sino a lasciarli andare per sempre
  • Sul piano mentale
  • ridona lucidità e leggerezza
  • aiuta a liberarci da pensieri ossessivi, piccole manie, dipendenza da farmaci, dal cibo, dalle persone.
  • Stimola la concentrazione e induce rilassamentoSul piano spirituale
  • risveglia e potenzia le capacità intuitive e affina la sensibilità.
  • Reiki per gli animali
  • Gli amici animali ricevono volentieri Reiki. L’intelligenza istintiva e la sensibilità fa loro riconoscere quando le nostre mani trasmettono energia d’amore e di guarigione, qualità che gradiscono.
  • Quando si tratta un animale è bene osservare come si rivolge verso le nostre mani; di solito ci indica a modo suo il punto in cui desidera essere toccato e se ci spostiamo   è capace di mettersi in una posizione tale da costringerci a rimettere le mani dove lui desidera. 
  • Quando l’animale sta lottando per la propria sopravvivenza e rimane inerte per radunare tutte le sue forze, possiamo dargli un grosso aiuto trattandolo 10-15 minuti più volte al giorno (magari ogni ora).
  • È opportuno effettuare trattamenti brevi per animali molto piccoli e di evitare il contatto diretto con uccellini e pesci. Se l’uccellino ci conosce possiamo anche tenerlo fra le mani.
  • Parlare con gli animali in modo dolce e amorevole mentre li stiamo trattando contribuisce a rendere più efficace il processo di guarigione. Ogni trattamentosi conclude con una amorevole carezza  .
  • Quando l’animale presenta una ferita, una contusione o una slogatura possiamo trattare la parte interessata a contatto, se ce lo permette, oppure a distanza, immaginandola tra le nostre mani.
  • Possiamo trattare: ferite, contusioni, intossicazioni, avvelenamenti, attacchi d’ansia, paura, irrequitezza, nervosismo.
  • Gli animali, a seconda di quanto sono malati, rimangono distesi e accolgono l’energia poi, di colpo, quando ne hanno abbastanza, scappano via o si alzano. Il gatto è particolarmente incline a scattare nel primo modo, mentre il cane di solito rimane di più.
  •  
  • per saperne di più o per prendere un appuntamento
  • potete telefonarmi o scrivermi 
  • scoprite la data del prossimo seminario Reiki
  • potrebbe interessarvi anche:
  • Reiki
  • Reiki anche per i nostri amici animali
  • Scambi e condivisioni Reiki

Lascia un commento