NATUROPATIA. Vivere al naturale.

 

Una naturopata si occupa essenzialmente di salute e di benessere

 

 

Paul Gaugin

 

La naturopatia si rivolge a tutte le persone che desiderano recuperare il benessere e l’equilibrio, si prende cura della persona nel suo insieme, a livello fisico, mentale ed emotivo e consiglia rimedi naturali e non invasivi.

La naturopata stabilisce, tutte le volte che è possibile, una sorta di alleanza terapeutica con la persona, una strategia comune finalizzata al recupero della piena salute, i cui cardini sono una alimentazione corretta e corrette abitudini di vita.

In questo sito parleremo tanto di cibo e della relazione tra i cibi che mangiamo e la nostra salute. Ci soffermeremo in particolare sui cibi sì, quelli che ci fanno stare bene e ci aiutano ad ammalarci di meno.

Come forse sapete ricercatori e nutrizionisti di tutto il mondo sono in allerta per il progressivo aumento delle malattie metaboliche, quelle ciò provocate dal cibo, come sovrappeso, insulino resistenza, ipertensione, problemi di colesterolo e trigliceridi, che pare in qualche modo inarrestabile.

Per confrontare il frutto dei loro studi e delle loro ricerche sui rapporti tra alimentazione e prevenzione si riuniscono ogni anno. Nel 2007 il loro convegno annuale si è concluso con la pubblicazione di un monumentale rapporto. Il risultato del lavoro di centinaia di ricercatori di tutto il mondo che hanno vagliato tutti i lavori scientifici esistenti e ne hanno tratto alcune conclusioni che non sono state smentite né corrette sino ad oggi. Sono le dieci raccomandazioni del WCRF a cui vi rimando.

Martin Wiseman, uno degli autori del rapporto e delle dieci raccomandazioni, commenta così i risultati del lavoro:

La malattia non è un destino, ma un fattore di rischio, e ciascuno può ridurre questo rischio con il proprio comportamento. La cosa importante è di prendere l’abitudine di mangiare sano e essere fisicamente attivo.

Una affermazione illuminata, da condividere pienamente, che sottolinea come sia importante il nostro ruolo attivo, l’assumerci in prima persona la responsabilità della nostra salute

 

Lascia un commento