Fiori di Bach per gli animali

Dopo aver sperimentato a lungo i Fiori di Bach per me e per gli umani ho deciso di provare ad utilizzarli anche per i nostri amici animali, convinta che per loro, ancora più che per noi, sarebbe stato facile entrare in sintonia col linguaggio dei Fiori e con le loro frequenze sottili.

E avevo ragione. Vorrei consigliarvi di fare altrettanto: di provare i Fiori di Bach per gli animali.

Vi accorgerete che i nostri amici reagiscono fin da subito positivamente. Forse è perché, non sapendo cosa sono i Fiori di Bach, non possono avere resistenze a livello razionale.

Quando i nostri amici animali hanno problemi di tipo emotivo di solito, non avendo altro modo per comunicare, esprimono questi problemi con atteggiamenti irritanti, aggressivi, possessivi, o di grande paura. Questi comportamenti ci avvertono che il nostro amico ha qualche disagio.holly Cosa possiamo fare per aiutarlo?

  • se è aggressivo o geloso
  • se soffre o ha paura quando resta solo
  • se soffre quando deve spostarsi in auto
  • se deve affrontare un cambiamento di ambiente o di umano
  • se è troppo vorace
  • se deve sottoporsi ad una visita dal veterinario
  • se ha subito traumi o maltrattamentise ha paura dei temporali e dei rumori forti
  • se abbaia o miagola senza motivo

Provate a far preparare per il vostro amico una miscela di Fiori di Bach personalizzata, creata con attenzione  alle sue esigenze,  e avrete uno strumento per rassicurarlo, sostenerlo e armonizzare in breve tempo le sue emozioni e il suo comportamento.

Gli animali, come i bambini, sono particolarmente sensibili e aperti e spesso ai Fiori bastano 15 giorni per riarmonizzare le emozioni e stemperare con leggerezza  la loro e la nostra ansia.

Di solito scelgo i Fiori attraverso un colloquio con l’umano di riferimento tenendo conto dei sintomi riferiti ma anche delle caratteristiche e della storia di ogni singolo amico e anche delle caratteristiche dell’umano e questo mi consente di preparare due miscele, una per l’animale e l’altra per l’umano.

Spesso scopro che entrambi hanno bisogno degli stessi Fiori.  

PRENOTA UNA CONSULENZA

agli amici degli animali farà piacere sapere che l’intero ricavato dalle consulenze per animali è destinato a nutrire e curare i gatti liberi di una piccola colonia.

 

Come somministrare i Fiori di Bach ai nostri amici animali

Come per gli umani, il metodo più efficace per somministrare i Fiori gli amici animali è per bocca. Direttamente dal contagocce oppure per mezzo di una siringa senza ago.

Bastano quattro gocce 3-4 volte al giorno e non è necessario che le gocce vengano inghiottite, è sufficiente che entrino in contatto con le mucose della gola, della lingua, delle labbra. In questo modo sarete sicuri che i Fiori siano stati assunti.

Cercate di evitare che il contagocce tocchi l’animale, ma se questo accade risciacquatelo  semplicemente con acqua bollente.

In alternativa, se non riuscite a somministrare i Fiori per bocca, potete aggiungerne un contagocce alla ciotola dell’acqua o alcune gocce su cibo già umido.

Per amplificare l’effetto dei Fiori potete metterli in una bottiglietta con spruzzatore riempita di acqua di sorgente e utilizzarli per spruzzare nell’ambiente.

Potete anche mettere alcune gocce nella vostra mano e accarezzare leggermente l’animale sulla testa e intorno agli orecchi con esso. La testa è molto sensibile alla energia e assorbirà le essenze. Se il vostro amico ama leccare, provate anche ad applicare il rimedio direttamente su un oggetto o un punto del pelo in modo che lo assuma quando leccherà quell’area.

Se gli animali sono più di uno

gatto e I rimedi non possono nuocere,   non contengono nulla di chimico e non provocano effetti negativi.

E’possibile perciò diluire con tranquillità i Fiori nella ciotola dell’acqua comune. In questo modo ognuno dei nostri amici attingerà i rimedi, ma i rimedi, che agiscono per un principio di risonanza, si attiveranno solo per quelli che ne hanno bisogno, altrimenti resteranno inattivi e  non ci sarà alcun effetto. Provate a mettere anche solo otto gocce di Rescue remedy nella ciotola dell’acqua di una comunità di gatti un pò litigiosi o irrequieti e vedrete la differenza.

Suggerimenti sull’uso per gli animali dei Fiori di Bach

In qualsiasi emergenza fisica o emotiva

Nell’emergenza, in attesa far preparare una miscela personale è sempre possibile utilizzare Rescue remedy, una miscela di cinque Fiori pensata dal dottor Bach per tutte le situazioni difficili. Rescue Remedy è un rimedio che certamente possiamo imparare a prescrivere da soli a noi stessi, agli altri, ai nostri amici animali.

Il dottor Bach mise a punto questa miscela per tutte le situazioni di emergenza, quelle che richiedono un intervento immediato e in cui non è possibile scegliere i Fiori specifici.

Questa meravigliosa combinazione è adatta in tutti i momenti in cui c’è la necessità di intervenire immediatamente: in una situazione dolorosa improvvisa,  in caso di  incidente, di ferite accidentali o conseguente a lotte, dopo una forte paura ma anche in tutte le situazioni problematiche della vita quotidiana.

Nei casi più gravi, Rescue Remedy non può sostituire certo l’intervento del veterinario, ma può essere fondamentale per attenuare i danni dello shock e per dare al veterinario il tempo di arrivare e di intervenire in modo appropriato. E’ consigliabile in queste situazioni che anche chi assiste l’animale assuma qualche goccia del rimedio. Infatti, la tranquillità di chi sta accanto al suo amico è determinante perché gli dà sicurezza e indirettamente gli diminuisce l’ansia e la paura.

Il cane e il gatto sentono immediatamente lo stato d’animo del proprietario e, se questi è in preda al panico e all’incertezza, la loro tensione aumenta.

Nei casi acuti mettete direttamente 4 gocce di Rescue remedy in un bicchier d’acqua, aspirate con una siringa senza ago e somministrate direttamente in bocca, anche ogni pochi minuti, finché lo stato di shock migliora. Poi diradate le somministrazioni. Nei casi di estrema emergenza, o se l’animale ha perso coscienza, si possono dare le gocce, senza diluirle, bagnando con esse la lingua e le labbra. Passato il momento peggiore, è bene continuare somministrando poche gocce del flaconcino di diluizione 4 volte al giorno, come si fa normalmente con gli altri rimedi.

Le gocce di Rescue Remedy possono anche venir somministrate prima di un evento del quale si teme il forte impatto sul sistema energetico, come nei giorni che precedono il parto o prima di un intervento chirurgico.

Anche nella chinetosi (mal d’auto o d’aereo) Rescue può aiutare i nostri animali, somministrando loro alcune gocce sulla lingua e sulle labbra durante le crisi. Meglio ancora sarebbe prepararlo nei giorni precedenti somministrargli una miscela con 4 gocce di Rescue remedy + 2 gocce di Scleranthus + 2 gocce di Walnut.

Rescue può anche essere utilizzato per fare impacchi esterni su ferite, piaghe, scottature, diluendo 4 gocce del flaconcino di riserva in una tazza d’acqua.

La somministrazione del Rescue apporta sempre calma e benessere ma quando ci troviamo di fronte a disagi e problemi che è possibile individuare,  meglio scegliere i Fiori adatti cercando di capire quale è il suo stato d’animo.    cani-gatti Qui di seguito trovate alcune indicazioni, solo qualche esempio perchè, come per gli umani, non esistono protocolli uguali per tutti.

Ognuno di noi, animali o umani, è una realtà unica e complessa e quindi la miscela giusta sarà quella che terrà conto delle caratteristiche ed emozioni individuali.

se per esempio vi sembra che abbia paura, è importante capire di cosa e perchè

– potrebbe trattarsi di paura di cose concrete , degli altri animali, degli umani, del buio, dei rumori; in questo caso potrebbe aiutarlo Mimulus

– se invece la causa delle sue paure non è evidente, anzi sembra temere cose che solo lui vede, il suo Fiore potrebbe essere Aspen

– se invece le sue paure sono legate al suo vissuto, se ha subito traumi o maltrattamenti. quasi cerctamente avrà bisogno di Rock rose

se vi sembra geloso o aggressivo senza motivo – potrebbe aver bisogno di Willow, se ritiene di essere trattato ingiustamente, di Holly se qualcosa o qualcuno lo sta facendo arrabbiare, di Beech se il problema è che non sopporta la situazione o le persone con cui si trova.

Per esempio, se  il nostro amico deve accettare senza desiderarlo  l’arrivo in famiglia di un altro animale è facile che per lui siano necessari tutti e tre questi Fiori . A questo proposito ho notato che è più facile per gli animali accettarsi se noi non li condizioniamo con la nostra ansia. Quindi il mio consiglio è iniziare noi a prendere i Fiori prima di adottare un altro amico e poi darli ad entrambi gli animali in modo da creare un clima di fiducia che permetta loro di conoscersi e riconoscersi senza grossi traumi.

Se desiderate, come mi auguro,  sapere qualcosa di più sui Fiori per aiutare meglio i vostri amici potete iniziare da

Fiori di Bach  e  Fiori di Bach emozione per emozione  dove trovate la descrizione dei singoli Fiori.

Se volete maggiori informazioni, oppure se vi fa piacere condividere le vostre esperienze scrivetemi. Vi risponderò con piacere.

potrebbe interessarvi anche

Reiki per i nostri amici animali

Nuovo corso per conoscere i Fiori di Bach

Lascia un commento