Proviamo ad immaginare noi stessi mentre guardiamo il mare mosso dal vento e aspettiamo il momento giusto per entrare senza essere travolti dalle onde: stiamo cercando di cogliere il ritmo del mare, di ascoltarlo e di entrare in sintonia con esso per non farci male.

Allo stesso modo potremmo guardare la vita in ogni momento, cercando di coglierne il ritmo ed entrare in sintonia.

Danzare la vita è una espressione evocatrice. L’ho incontrata anni fa tra le pagine di un libro Danser sa vie in cui l’autore, Roger Garaudy, si chiedeva:

Che cosa accadrebbe se invece di limitarci a costruire la nostra esistenza avessimo la follia o la saggezza di danzarla?

Da allora l’ho utilizzata presso nel mio lavoro per definire e dare il nome ad una esperienza: un seminario che propongo a coloro che si rivolgono a me per fare un pezzettino di strada insieme e dal quale è nato un libro: Puoi danzare la tua vita.

Puoi danzarcopertinae la tua vita nasce dalla mia esperienza di vita e di terapeuta e consentirà a chi vorrà leggerlo di conoscere in qualche modo me e questo percorso danzante verso la consapevolezza.

Un percorso capace di farci ritrovare la capacità di accordarsi con la danza della vita, in cui musica e movimento sono gli strumenti fondamentali.

La vita è una avventura meravigliosa, se le consentiamo di manifestarsi, se smettiamo di aspettarci e di pretendere che sia come noi immaginiamo dovrebbe essere, se impariamo ad accordare il nostro passo al suo.